Dopo la sconfitta del referendum ed il suo “esilio all’isola D’Elba” ovvero  l’avvento di Gentiloni a Palazzo Chigi…

la Waterloo del 4 marzo sembra aver posto fine ai sogni di gloria del boy-scout di Rignano sullArno.

Per tutti, ma non per lui, che:

ottimista per la momentanea riuscita della farsa delle finte dimissioni, evidentemente similmente a Bonaparte dall’isolamento di  Sant’ Elena,  medita la sua rivincita !

Afferma col piglio del twittocondottiero*:

“Io non mollo. Mi dimetto da segretario del Pd come è giusto fare dopo una sconfitta. Ma non molliamo, non lasceremo mai il futuro agli altri”.

“Abbiamo perso una battaglia ma non abbiamo perso la voglia di lottare per un mondo più giusto”.

* ( N.d.R. Twitter richiama alla mente il vocabolo:   hashtag

sostantivo = Il simbolo del cancelletto (#) associato a una o più parole chiave per facilitare le ricerche tematiche in un blog o in un social network.
  Quindi la locuzione:   “condottiero dell’ hashtag” che onomatopeicamente rassomiglia ad una bestemmia non va erroneamente interpretato nel caso dell’ex presidente PD come certamente Crozza sottenderebbe).
.
 .
 .
Qualcuno spieghi al fu-condottiero impavido che  alcuni storici sostengono, nel caso di Bonaparte, che:
pur di toglierselo di torno, all’epoca qualcuno  ricorse all’ Arsenico.
Maurizio Crozza, venerdì scorso, ha già satiricamente prospettato questo ipotetico quanto ironico-metaforico scenario:
 .
 .
.
 .

God Save the boy-scout

, , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from venetoorientale.com

Lascia un commento